DISTURBI DEL PAVIMENTO PELVICO

Richiedi un appuntamento

Colpiscono una buona percentuale
della popolazione femminile


La muscolatura del pavimento pelvico (PP) si trova fra il coccige e l’osso pubico. Sostiene l’intestino e la vescica, utero e vagina nelle donne, la prostata negli uomini. I fasci muscolari (sfinteri) circondando uretra, vagina e ano, contraendosi li chiudono, al contempo sollevando gli organi interni. Se rilassati consentono invece il passaggio di urina e feci e l’abbassamento degli organi interni.

Le disfunzioni del pavimento pelvico (DPP), che colpiscono una buona percentuale della popolazione femminile, ma che si ritrovano in percentuale minore anche in quella maschile, possono causare disturbi della minzione e della defecazione, prolasso degli organi pelvici, disfunzioni sessuali e dolore. La Riabilitazione del Pavimento Pelvico (RPP) è un programma di riabilitazione funzionale rivolto a migliorare la forza, la resistenza, la potenza e il rilassamento muscolare nei pazienti con DPP.

Le evidenze scientifiche mostrano come la RPP abbia la capacità di migliorare o risolvere i sintomi di incontinenza urinaria, prolasso uterino, incontinenza fecale, disfunzioni del pavimento pelvico peri/post-partum, disturbi da ipertono della muscolatura pelvica, inclusi il dolore miofasciale della pelvi, dispareunia, vaginismo e vulvodinia. Non sono ancora chiare le evidenze riguardo alla efficacia della RPP nel trattamento per e post-chirurgico del prolasso uterino e della incontinenza urinaria, ma è probabilmente utile anche in questi casi.


I sintomi più frequenti


PRESSIONE, PESANTEZZA O TORPORE AL BASSO VENTRE


PERCEZIONE DI RIGONFIAMENTO O DI QUALCOSA CHE CADA NEL BASSO VENTRE


SENSAZIONE DI SVUOTAMENTO INCOMPLETO DELLA VESCICA O DELL’INTESTINO


PERDITA DI GAS, FECI O DI URINE O SENZA CHE SI RIESCA A CONTROLLARE


FORTE URGENZA DI URINARE ASSOCIATA A PERDITE, O PERDITE ASSOCIATE A COLPI DI TOSSE, STARNUTI O RISATE


DOLORE O MALESSERI AL BASSO VENTRE, A RIPOSO O DURANTE I RAPPORTI SESSUALI. DISPAREUNIA, VAGINISMO, VULVODINIA


Possibili cause dei disturbi del pavimento pelvico


GRAVIDANZE E PARTO


PRESSIONE DA OBESITA’


COSTIPAZIONE CRONICA E SFORZO ECCESSIVO NEL DEFECARE


CHIRURGIA CHE PRESUPPONGA IL TAGLIO DELLA MUSCOLATURA DEL PP (AD ES. CHIRURGIA PROSTATICA)


BASSI LIVELLI DI ESTROGENI DOPO LA MENOPAUSA



Trattamento dei disturbi del
pavimento pelvico

Dipendono dalla condizione alla base del problema, oltre che dai sintomi le condizioni preesistenti (età,
livello di attività fisica…) e dai propri obiettivi personali.

Il tuo medico può aiutarti a determinare quali siano le migliori opzioni di trattamento, fisioterapia inclusa.

Siamo a tua disposizione per una valutazione della situazione e per consigliarti eventualmente lo Specialista più appropriato.


Richiedi un appuntamento

Cosa possiamo fare per te



Functional training therapy


Riabilitazione del pavimento pelvico


Manipolazioni miofasciali tender points

DOLORI NEI RAPPORTI SESSUALI? IL PAVIMENTO PELVICO POTREBBE ESSERE LA CHIAVE

Il benessere sessuale nella donna è fondamentale e la fisioterapia è una valida risorsa all’interno dell’approccio multidisciplinare della dispareunia.

  • Effetti del dolore sulla donna
  • Cause del dolore
  • Relazione tra dolore e trigger points
  • Trattamento del pavimento pelvico doloroso
  • La fisioterapia è parte essenziale del trattamento del dolore

Effetti del dolore sulla donna

Il benessere sessuale è una componente fondamentale per la salute generale di una donna poiché va ad influire a tanti livelli da quello fisico ed emotivo a quelle psicologico e sociale, aumentandone l’autostima.

Recentemente è stato rilevato che il dolore durante o dopo il rapporto sessuale affligge molte donne sia in età fertile (15%) che in menopausa 40%.

Cause del dolore

Le cause del dolore sono numerose e tra le principiali troviamo:

  •             Cause biologiche: infezioni, infiammazioni e alterazioni neurologiche
  •             Traumi da chirurgia e da parto
  •             Anomalie della forma e della consistenza dell’imene
  •             Vulvodinia (età fertile)
  •             Reazione vaginismica
  •             Alterazioni trofiche da deficit ormonale (menopausa, anoressia)
  •             Posizione dell’utero (retroverso)
  •             Endometriosi
  •             Problemi Psicologici e di coppia

Relazione tra dolore e trigger points

A prescindere dall’origine del disturbo i muscoli del pavimento pelvico diventano l’organo bersaglio del dolore. Alla valutazione si presentano iperattivi (incapaci di rilassarsi) e con numerosi trigger points. Questi sono punti sensibili alla palpazione che evocano facilmente il dolore localmente e a volte irradiato nelle zone limitrofe.

Questa condizione predispone al Dolore Persistente ovvero un dolore regionale diffuso non più riconducibile ad una causa tessutale specifica.

Trattamento del pavimento pelvico doloroso

La cura della disfunzione del pavimento pelvico, spesso poco considerato e valutato, ricopre un ruolo chiave nella risoluzione o miglioramento del disturbo

Obiettivi del trattamento:

  1. Rilassamento muscolare con massaggi allungamenti e digitopressioni per desensibilizzare i trigger points.
  2. Presa di coscienza della funzione del muscolo. Recuperare una buona coordinazione della contrazione-rilassamento, affinché avvenga correttamente la penetrazione.
  3. Ristabilire la forza: l’iperattività dei muscoli pelvici non sono indice di una contrazione muscolare efficiente. La debolezza muscolare pelvica è un importante fattore predittivo per le lombalgie non specifiche, che possono andare a peggiorare il quadro generale del dolore.
  4. Educare la donna al problema e insegnarle gli auto-trattamenti.

La fisioterapia è parte essenziale del trattamento del dolore

Il dolore da disfunzione sessuale va valutato nella sua interezza e complessità. In tale scenario la fisioterapia aiuta le donne a riappropriarsi e riscoprire il piacere sessuale, migliorando la propria qualità di vita.


Richiedi un appuntamento